DE BORTOLI, IN POLITICA INTENTO PUNITIVO VERSO STAMPA

(ANSA) – LA BAGNAIA (SIENA), 25 MAG – “Vedo una minaccia alla libertà  stampa, un atteggiamento che ritiene l’informazione un male necessario e non un ingrediente fondamentale della democrazia. C’é nella classe politica un intento punitivo che credo sia una ritorsione contro la campagna anti-casta iniziata da Rizzo e Stella”. Lo ha detto il direttore del Corriere della Sera, Ferruccio De Bortoli, al convegno ‘Crescere tra le righe’ a Borgo La Bagnaia. “C’é una volontà  della politica di mettere bavagli di fatto per far pagare alla stampa e alla tv il proprio modo agire – ha aggiunto -. C’é l’idea che la stampa debba essere al servizio di qualcuno. Dire che sottostimare i problemi o cancellare le notizie aiuti il paese a essere migliore è la cosa peggiore che si possa dire. Solo attraverso la verità  si fanno scelte migliori”. (ANSA)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari