P.A.: DA PC A WEB, IN 2011 SPESI 28 EURO PER ABITANTE

REPORT ISTAT SU ICT E RELATIVO ESBORSO AMMINISTRAZIONI LOCALI

(ANSA) – ROMA, 27 MAG – Nel 2011, la spesa per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione complessiva sostenuta dalle amministrazioni locali è stata di 1.726.109.679 euro (lo 0,69% del totale). E’ quanto rileva l’Istat nel Report sull’Ict (Information and communication technology) nella Pa locale. Considerando la spesa dedicata all’informatica, dai pc al web, per abitante “nel 2011 e analogamente nel 2010, a fronte di una spesa Ict pro-capite per il totale Italia pari a 28 euro, esistono notevoli differenze territoriali che variano da quella massima della Valle d’Aosta (242 euro) a quella minima della Campania (10 euro)”, spiega l’Istituto nazionale di statistica. Inoltre l’Istat fa sapere che nel 2011 la spesa Ict complessiva si è articolata per il 68,4% in spese correnti, ovvero relative a materiale informatico, utenze e canoni per telefonia e reti di trasmissione, assistenza informatica e manutenzione software, licenze software; e per il 31,6% in spese in conto capitale, riguardanti acquisizione o realizzazione software, hardware, infrastrutture telematiche. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti