Comunicazione, Editoria

27 maggio 2013 | 13:25

Rcs: oggi riunione patto, si cercano maggiori certezze su aumento

MILANO (MF-DJ)–Si apre oggi la settimana decisiva per il futuro di Rcs, che avra’ il suo acme il 30 maggio con l’assemblea dei soci. Nel primo pomeriggio si riunira’ il patto di sindacato che vincola il 58,138% del capitale sociale e che dovra’ scegliere quale strada prendere per la sostituzione del presidente del patto di sindacato dopo le dimissioni del numero uno di Italmobiliare, Giampiero Pesenti.
Nell’incontro odierno inoltre potrebbe essere fatta maggiore chiarezza sulle adesioni e quindi sulle possibilita’ di successo dell’aumento di capitale da 400 mln euro. In particolare la riunione permettera’ di capire se i soci finora indecisi (Pesenti, Lucchini e Bertazzoni) daranno il loro appoggio facendo salire la soglia del “si’” alla ricapitalizzazione dall’attuale 44% (Fiat e Intesa sono pronte a salire ulteriormente, rispettivamente del 2,8% e del 2,5%) a una quota di assoluta tranquillita’.
A compattare il fronte dei favorevoli all’aumento (per il presidente di Fiat, John Elkann, “bocciare la soluzione metterebbe in grandissima difficolta’ una delle istituzioni piu’ importanti del Paese”) potrebbero essere i Pesenti (che hanno il 7,747%) che potrebbero dare l’ok in assemblea, salvo poi eventualmente non sottoscrivere a giugno l’aumento. “à” probabile che l’aumento passi. Se sosterremo l’aumento sara’ solo in funzione dei numeri, e tanti numeri devono essere definiti e individuati”, ha dichiarato Carlo Pesenti nel fine settimana, precisando che Italmobiliare prendera’ “tutto il tempo” per decidere. Il vero ago della bilancia dell’aumento sara’ Giuseppe Rotelli, primo azionista di Rcs con il 16,664% del capitale (di cui il 3,634% in pegno al B.Popolare), che non ha ancora svelato le sue intenzioni. Il consigliere delegato di Intesa Sanpaolo, Enrico Cucchiani, si e’ detto disposto a valutare un eventuale richiesta di finanziamento da parte dell’imprenditore per partecipare alla ricapitalizzazione. Se Rotelli decidesse di prendere parte all’operazione di rafforzamento patrimoniale, la partita sarebbe conclusa. Non e’ escluso infine che nella riunione odierna del patto di sindacato i soci possano anche discutere delle richieste di “sconti” fatte dai vertici di Rcs alle banche su alcuni termini dell’accordo del rifinanziamento del debito. A piazza Affari Rcs avanza dello 1,54% a 0,724 euro in attesa della riunione del patto di sindacato di oggi pomeriggio. “Prevale l’incertezza legata all’aumento di capitale, fortemente diluitivo, rispetto alla possibilita’ di negoziare condizioni migliorative sull’indebitamento con le banche”, spiegano gli analisti di Intermonte. “Il titolo e’ in progresso in un contesto di mercato positivo. I volumi sono molto bassi. L’esito dell’incontro odierno sara’ molto importante”, ha commentato infine un esperto contattato da MF-Dowjones.