APPLE: UE INDAGA SU TATTICHE ANTICONCORRENZIALI IN VENDITA IPHONE

(AGI) – Bruxelles, 27 mag. – Apple nel mirino della Commissione Europea. Bruxelles ha aperto un’indagine ‘preliminare’ per appurare se il colosso di Cupertino abbia messo in atto “tattiche anti-concorrenziali” e “restrizioni tecniche” nella commercializzazione dell’iPhone.
Secondo il Financial Times, la settimana scorsa la Commissione Europea ha inviato un questionario a diversi operatori telefonici Ue, chiedendo i termini degli accordi con Apple per la distribuzione del ‘melafonino’ e se siano previste restrizioni nell’uso della connessione ultra-veloce 4G.
“La Commissione ha informazioni secondo le quali Apple e gli operatori di telefonia mobile hanno stipulato accordi di distribuzione che possono potenzialmente portare all’esclusione di altri produttori di smartphone dal mercato”, si legge nel testo del questionario ottenuto da FT, “ci sono inoltre indicazioni sul fatto che alcune funzioni tecniche siano state disabilitate in prodotti Apple in alcuni Paesi Ue. Se tutto cio’ fosse confermato, costituirebbe una violazione della legge antitrust”. Apple ha sottolineato che i contratti stipulati con le compagnie telefoniche sono del tutto conformi alla normativa europea. I questionari saranno restituiti alla Commissione entro il 17 giugno.
Prima di poter avviare un’indagine ufficiale, le autorita’ europee devono poter dimostrare che Apple abbia una posizione dominante nel mercato Ue degli smartphone, difficile da provare, secondo FT, considerando la popolarita’ di Samsung con la fortunata serie ‘Galaxy’.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari