INTERNET: WORDPRESS, 10 ANNI DI BLOG ‘FACILE’

PIATTAFORMA USATA ANCHE DA TESTATE GIORNALISTICHE

(ANSA) – ROMA, 28 MAG – Ha compiuto 10 anni WordPress, la piattaforma di blog open source lanciata il 27 maggio 2003 negli Stati Uniti da Matt Mullenweg e Mike Little come ‘spin off’ del precursore Cafelog. Benché con il tempo sia stata superata dal più ‘giovane’ Tumblr, di recente acquistato da Yahoo!, e anche dall’avanzata dei social network, WordPress continua a mantenere una sua vitalità . Circa 70 milioni di siti la usano, la sua ultima versione è stata scaricata 18 milioni di volte. WordPress ha avuto un impatto importante nel campo dell’editoria digitale ed è stato usato dai grandi siti per supportare il sistema dei blog, annoverando tra i suoi utenti testate del calibro di Cnn, New York Times e Reuters. Inoltre, i continui aggiornamenti hanno trasformato la piattaforma in un Content management system (Cms), in pratica una classe di software che serve alla costruzione di siti web, ora perfettamente integrato con il social networking. La fortuna della piattaforma si deve all’estrema semplicità  di utilizzo: bastano pochi minuti, infatti, per mettere in piedi un sito completo e non servono particolari competenze informatiche. Per celebrare i dieci anni di vita la comunità  WordPress ha organizzato dei Meetup in tutto il mondo e ha messo online anche un blog, naturalmente su Worpress, che raccoglie tutte le testimonianze dei festeggiamenti. “Davvero sono passati 10 anni? Mi sembra ieri che giocavamo col mio blog al liceo. Ora vi vedo in tutto il mondo, siete voi la mia fonte di ispirazione. Speriamo di invecchiare insieme”: così il co-fondatore Matt Mullenweg si rivolge agli utenti. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti