Editoria

30 maggio 2013 | 9:50

Newsweek/ Cessione in vista per lo storico magazine

Iac vorrebbe scaricare la testata che sarebbe in perdita

New York, 29 mag. (TMNews) – Newsweek sarebbe in vendita. La InterActiveCorp (Iac), proprietaria del magazine americano, starebbe pensando di rimettere sul mercato la testata che nel 2013 aveva affrontato un passo epocale: aveva sospeso la sua edizione cartacea dopo quasi 80 anni di storia continuando a essere pubblicata in edizione digitale a pagamento. La notizia della possibile cessione – rivelata da Bloomberg – emerge da una nota interna inviata ai dipendenti dal direttore Tina Brown e dall’amministratore delegato Baba Shetty. “L’anno scorso abbiamo lavorato per trasformare il magazine in un prodotto digitale, quindi è stato impossibile esplorare le opzioni di vendita”, si legge nella nota. Ma la salute di Newsweek, che dal 2010 si è fuso con il sito The Daily Beast (fondato nel 2008 dalla stessa Brown) dopo l’acquisto di Iac, non è delle migliori. Solo ad aprile Barry Diller – presidente miliardario di Iac – aveva dichiarato che non era contento di aver acquistato il settimanale di New York: pubblicare un periodico quando le news sono diventate istantanee è da “pazzi” aveva aggiunto. Non solo perché anche se Iac non rivela i dati finanziari delle testate Newsweek/Daily Beast, secondo Bloomberg l’azienda avrebbe perso fino a 22 milioni di dollari nel 2012. Il profondo rosso ha spinto l’editore a tagliare parecchi posti di lavoro nel tentativo di tenere sotto controllo le spese. Anche la scelta di sospendere l’edizione cartacea andava in questa direzione. Il prezzo di vendita? Secondo Variety, che per prima ha riportato la notizia della cessione, sarebbe ridicolo. Quel che conta di più sono i debiti di cui l’acquirente si farà  carico una volta rilevato il settimanale. Negli ultimi anni il magazine (un tempo uno dei più prestigiosi periodici al mondo) ha avuto una storia molto travagliata: fu acquistato da Sidney Harman nel 2010 dal Washington Post per un dollaro, facendosi carico di 50 milioni di dollari di passivo. A novembre Harman decise di unirlo al Daily Beast di Diller per poi abbandonarlo. E adesso sembra che il capo di Iac voglia fare la stessa mossa, abbandonando ancora una volta il giornale al proprio destino.