Editoria

30 maggio 2013 | 11:54

EDITORIA: ELIA ZAMBONI NUOVO PRESIDENTE EDITRICE LA SCUOLA

(ANSA) – BRESCIA, 30 MAG – Elia Zamboni, ex vicedirettore del Sole 24Ore, è il nuovo presidente dell’Editrice La Scuola. Prende il posto dell’ingegner Luciano Silveri, che lascia la presidenza dell’editrice bresciana dopo ventisei anni per continuare ad occuparsi della ‘Fondazione SIPEC’ di cui è presidente. Al ‘Sole 24 Ore’ dal 1979, Elia Zamboni – dopo aver coordinato l’informazione economica di servizio, soprattutto quella normativa e professionale – ha varato, avendone la responsabilità  Il Sole 24 Ore del lunedì, Guida Normativa, Guida al Diritto e Guida agli enti locali. Ha curato il progetto del ‘Sole 24 Ore – Sanita”, del ‘Sole 24 Ore – Scuola’ ed è stato responsabile dell’Area di ricerca e sviluppo Idea. In questa veste ha realizzato la versione on-line del ‘Sole 24 Ore’, coordinando i contenuti e l’attività  della redazione. Ha curato anche il progetto e il varo di ‘Radio 24′, di cui è stato direttore dall’inizio delle trasmissioni, nel 1999, sino al 2005. Fondata nel 1904 da un gruppo di amici, laici e sacerdoti, fra i quali Giorgio Montini, padre del futuro Paolo VI, Luigi Bazoli, don Angelo Zammarchi, animata nel corso del tempo da noti pedagogisti – da Marco Agosti ad Aldo Agazzi, da Vittorino Chizzolini ad Enzo Giammancheri – l’Editrice La Scuola, controllata dall’Opera per l’Educazione Cristiana, presidia circa il 3% del mercato italiano della produzione di testi e sussidi scolastici, ma pubblica anche saggistica e una dozzina di riviste professionali indirizzate soprattutto agli insegnanti, per i quali, attraverso una propria agenzia, organizza corsi di formazione e aggiornamento. “Ringrazio il consiglio di amministrazione per l’atto di grande fiducia e la responsabilità  affidatami nel chiamarmi a far parte di questa istituzione della quale condivido i valori fondanti, l’educazione, il rispetto della persona, l’impegno etico e sociale – ha dichiarato Elia Zamboni -. Questa condivisione costituisce il motivo per cui ho accettato questo nuovo incarico”.(ANSA).