Comunicazione, New media

31 maggio 2013 | 14:33

Apple/ Alza prezzi in Giappone per far fronte a flessione yen

Anche società  come Valentino e Dior puntano a limitare calo utili

New York, 31 mag. (TMNews) – In Giappone, gli appassionati dei prodotti targati Apple dovranno sborsare di più per portarsi a casa un iPhone o un’iPad. Il gruppo di Cupertino, California, ha deciso di alzare i prezzi dei suoi gadget per fare fronte all’indebolimento dello yen che frena la crescita degli utili.

La valuta nipponica è calata di oltre il 20% contro il dollaro da metà  novembre scorso, quando il primo ministro Shinzo Abe ha sfoderato una serie di misure, battezzate “Abenomics”, volte a interrompere 15 anni di deflazione. La banca centrale giapponese inoltre, sotto la guida di un nuovo governatore appoggiato da Abe, lo scorso quattro aprile ha promesso l’iniezione, in meno di due anni, di 1.400 miliardi di dollari nell’economia con l’intento di riportare, sempre in due anni circa, l’inflazione intorno al 2%.

E così Apple ha aumentato fino al 16,4% il prezzo dell’iPad da 16 GB e di oltre il 14% l’iPod Shuffle.

La società  guidata da Tom Cook non è l’unica ad avere optato per una scelta simile. Anche alcune società  europee stanno facendo i conti on un rialzo dell’euro contro lo yen, del 33% negli ultimi 12 mesi. E così nel comparto del lusso, prodotti firmati Chanel e Montblanc vedranno un aumento del 10% dei loro prezzi da domani.
Valentino e Dior faranno probabilmente altrettanto. Persino la giapponese Fujitsu e Toshiba stanno considerando una mossa come quella di Apple.