INTERNET: UE, AGENDA DIGITALE, SFIDA PER ITALIA

(ANSA) – ROMA, 3 GIU – “L’Italia fatica, ci sono tanti italiani che non si sono mai avvicinati a Internet. Ci sono tante imprese che non vendono ancora online, c’é poca banda larga. Questo è un problema, ma è al tempo stesso un’opportunità . Speriamo che l’Italia presto ricominci a rincorrere i paesi più virtuosi”. Roberto Viola, vice direttore della direzione generale Connect della Commissione Europea, riassume così situazione e problemi dell’Italia riguardo all’Agenda digitale, parlando nel corso dell’iniziativa ‘Going local Italia 2013’. Un’iniziativa che ‘trasferisce’ l’Agenda digitale europea per due giorni in Italia, oggi a Roma e domani a Milano organizzati dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea, gli ‘Stati generali dell’Agenda digitalé si concentrano sullo sviluppo di reti a banda larga, sul contrasto al ‘Digital e Knowledge Divide’ e l’alfabetizzazione digitale. L’Agenda digitale è una delle sette iniziative faro della strategia Europa 2020, che fissa obiettivi per la crescita nell’Ue da raggiungere entro il 2020. L’Agenda, presentata dalla Commissione nel 2010 e rivista alla fine del 2012, ha l’obiettivo di sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione per favorire innovazione e crescita. Giunta alla sua terza edizione in Italia, l’iniziativa ‘Going local’ vuole arrivare a capire e far capire meglio le situazioni nazionali e le sfide di fronte a ciascuno dei Ventisette. “Ci sono tanti finanziamenti dell’Europa ma purtroppo l’Italia non li sfrutta – ha spiegato Viola – ci sono diversi miliardi di euro di fondi strutturali di questo primo ciclo che non sono ancora stati spesi. Ce ne saranno altri e spendere bene i fondi europei sarà  una chiave per la ripresa dell’Italia anche in questo settore”. (ANSA)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci