Rcs: per periodici doppia strada, la vendita o la solidarieta’

MILANO (MF-DJ) Si profila una doppia strada per evitare la chiusura dei periodici di Rcs. Da una parte, si pensa alla vendita e dall’altra i sindacati aziendali e le rappresentative nazionali di categoria stanno valutando un’altra opportunita’ per scongiurare chiusure e licenziamenti. Nei prossimi giorni infatti si terra’ un vertice alla Federazione Nazionale della Stampa Italiana (Fnsi) per valutare la possibilita’ di studiare un contratto di solidarieta’ collettivo per tutti i 90 giornalisti nel mirino. Tuttavia, scrive MF, l’azienda, alle prese con un difficile piano di ristrutturazione e risanamento industriale e finanziario, vuole privarsi il prima possibile delle testate meno profittevoli e ritenute non piu’ core business e non sembra propensa a dare l’ok a questa soluzione, ma non vanno trascurate le pressioni che potrebbero arrivare dagli ambienti romani.
I tempi per la definizione della trattativa finale, o in alternativa per l’eventuale chiusura, sono stretti: entro il 30 giugno si deve decidere perche’ l’azienda aveva gia’ imposto questa scadenza come termine della pubblicazione delle testate.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari