M5S/ Tg4 a Grillo: Grazie per il premio, ora concedici intervista

Nonostante gli insulti e le minacce noi andiamo avanti

Roma, 5 giu. (TMNews) – Il Tg4 risponde a Beppe Grillo dopo l’esito del sondaggio sulla faziosità  della stampa condotto sul blog del fondatore di M5S che ha dato il premio microfono di legno proprio al Tg4 e al suo direttore.

In una lettera che sarà  letta nell’edizione delle 18.55 di questa sera la testata Mediaset scrive: “Caro Grillo, dunque abbiamo vinto. La ringraziamo per questo prestigioso premio, il microfono di legno, proprio quello con cui oggi stiamo registrando queste parole. La ringraziamo, ma alla fine, lo confessiamo, non sappiamo bene perchè. L’unico merito, ma evidentemente per lei è un demerito, è quello di aver fatto sempre il nostro lavoro. Di averlo fatto nonostante i ripetuti insulti ai giornalisti, che negli ultimi mesi sono andati sempre crescendo”.

“Alle nostre tv Lei ha sempre preferito quelle tedesche o quelle turche – ricorda il Tg4 -. Ne prendiamo atto. Ma nonostante questo, noi, come gli altri colleghi, abbiamo continuato a fare il nostro mestiere, anche quando lei ha tentato di impedircelo.
Mentre lei tentava di zittirci, noi abbiamo continuato a darle voce. Nel rispetto della completezza dell’informazione e soprattutto perché lo dobbiamo ai nostri telespettatori, che forse sono un po’ di più degli utenti del suo blog. Evidentemente i giornalisti non le piacciono. Lo ha dimostrato in molte occasioni. Ancora di meno le piacciamo noi, quelli di Mediaset.
Lunedì in Sicilia è arrivato addirittura alle minacce”.

“Nonostante gli insulti e le minacce, noi andiamo avanti.
All’acrimonia con cui lei agita le piazze, reali e virtuali, contro le nostre tv, noi rispondiamo con la passione del nostro mestiere. Quella stessa passione che ci spinge oggi a risponderle così: trasformiamo questo microfono di legno in un microfono vero. E ci conceda un’intervista, proprio a noi del Tg4 – conclude la lettera -. Stando davanti a una telecamera e a un microfono vero, farà  sicuramente del bene a quella libertà  di informazione che tanto le è cara. E, forse, cambierà  anche idea sui giornalisti”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi