PRIVACY: BOLDRINI, INFORMAZIONE DISTINGUA NOTIZIE DA GOSSIP

DIRITTO ALLA RISERVATEZZA VA CONTEMPERATO CON DIRITTO DI CRONACA

(ANSA) – ROMA, 11 GIU – “Il diritto alla riservatezza va contemperato con altri diritti ugualmente rilevanti, come il diritto-dovere di cronaca esercitato da chi svolge attività  informativa”. E’ un passaggio dell’intervento del presidente della Camera, Laura Boldrini, in occasione della relazione annuale del Garante della Privacy a Montecitorio. “La tutela della privacy e la protezione dei dati personali – ha detto Boldrini – non possono mai essere usati pretestuosamente per mettere ostacoli all’informazione, né possono essere addotti dalla pubblica amministrazione come ragione per evitare di fornire i dati che la trasparenza impone di rendere accessibili”. Tuttavia, ha aggiunto Boldrini, “riconoscere i diritti dell’informazione non significa che in nome della cronaca possa essere travolta ogni sfera personale. Spetta alla responsabilità  degli operatori dell’informazione la distinzione tra ciò che è notizia e ciò che è vicenda privata, perfino pettegolezzo”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari