Privacy/ Boldrini: Ragazzi i più esposti sul web

“Caso di Carolina chiama in causa tutti”
Roma, 11 giu. (TMNews) – “La Rete ha straordinarie potenzialità  di emancipazione, di libertà , di crescita culturale ma richiede una nuova consapevolezza, anche sui temi della privacy”. Lo ha detto la presidente della Camera, Laura Boldrini, intervenendo alla presentazione della relazione annuale del Garante per la protezione dei dati. “Quando parliamo della riservatezza da garantire, credo – ha sottolineato Boldrini – che si debba pensare in primo luogo ai soggetti più esposti, come i ragazzi alle prese con il web: è un’urgenza che non mi stanco di sottolineare”. Boldrini ha citato il caso di Carolina, la ragazza di Novara “che, pochi mesi fa, ha deciso di farla finita dopo che alcuni suoi coetanei che avevano abusato di lei avevano postato su Facebook due video che la ritraevano ubriaca. Sappiamo che un tale avvenimento drammatico, purtroppo non isolato, chiama in causa noi genitori, le famiglie, la scuola”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti