Televisione

12 giugno 2013 | 15:00

TV: ADDIO A NICOTRA, PAPA’ DRIVE IN MA VITA A SERVIZIO RAI

LAVORO’ CON BAUDO, BONOLIS MA FU ANCHE ATTORE AL CINEMA

(di Nicoletta Tamberlich) (ANSA) – ROMA, 12 GIU – E’ stato l’artefice di alcuni dei più grandi successi della tv italiana, firmando la regia di programmi per Mediaset come Drive in, ma la sua carriera è stata soprattutto a servizio della Rai, da Portobello (1987) a diverse edizioni di Fantastico, I Cervelloni, Per tutta la vita, Domenica in. E’ morto Gian Carlo Nicotra, storico regista televisivo ma anche doppiatore. Aveva 69 anni e si è spento stamattina nella sua casa di Formello, vicino Roma, dopo una breve malattia. I funerali si terranno venerdì alle 14 nella Chiesa degli Artisti in piazza del Popolo, a Roma. Romano e figlio d’arte, nasce il 30 aprile del 1944 dall’attore Antonio Nicotra e da Mariannina Libassi. Debutta giovanissimo, a 6 anni, recitando in alcuni film di Mario Costa, Anton Giulio Majano e Mario Monicelli. Nel ’53 recita accanto a Toto’ e Orson Welles nel film di Steno ‘L’uomo, la bestia e la virtu”. Per la tv doppia molti film e presta la sua voce a Lee Aaker nella serie di telefilm ‘Rin Tin Tin’. Dopo aver fatto esperienza come attore, doppiatore, direttore di doppiaggio, montatore cinematografico, aiuto regista, è assistente di Enzo Trapani nel film Altissima pressione e nelle trasmissioni tv Aria Condizionata e Zucchero e cannella. Nel 1967 collabora con Antonello Falqui, dirigendo gli inserti filmati scritti da Enrico Vaime per la riuscitissima edizione di Canzonissima ’68 al Teatro delle Vittorie. Il grande successo arriva con ‘La sberlà , un programma da lui ideato e realizzato nel 1978 per la Rai. Un boom di ascolti di oltre 18 milioni di telespettatori, tanto da fruttargli l’Oscar Tv come miglior regista. Nel 1983, passato a Fininvest, idea e dirige ‘Drive In’, programma cult che lancia definitivamente la tv commerciale in Italia. Realizza, sempre per la Fininvest, ‘W Le donne’ e ‘Grand Hotel’. Tornato in Rai dirige Partita Doppia, Tutti a Casa con Pippo Baudo (Rai1), I Cervelloni e Domenica In con Paolo Bonolis, oltre alla prima edizione di Per tutta la vita (Rai1, 1997/98), senza dimenticare il sabato sera con Fantastico. Per Paolo Limiti firma la regia delle varie edizioni di Ci vediamo in tv, compresi gli speciali. In teatro è stato l’ideatore ed il produttore con Pippo Baudo del Teatro Tenda, il primo teatro itinerante. Ha diretto la commedia musicale In bocca all’Ufo al Teatro Sistina di Roma con Renato Rascel e ha firmato la regia televisiva di otto commedie di e con Peppino De Filippo, una delle quali Non è vero… ma ci credo detiene ancora oggi il record d’ascolto della prosa in tv, e Rinaldo in campo nel versione che vedeva Massimo Ranieri come protagonista. Richiestissimo per la realizzazione di speciali musicali (seguì Sinatra, Ellington, Franklin, Baglioni, Dalla, tra gli altri, oltre a firmare la regia di Festivalbar Rai dei primi anni ’70 e del Festival delle Voci Nuove di Castrocaro), ha diretto anche la serie tv Nonno Felice, con Gino Bramieri (Canale 5, dal 1992 al 1997). Nel 2011 si trasferisce in Cina dove, a Shanghai, crea la Societa’ Spazio Danza. “La notizia ci ha devastati – ha detto il console generale italiano a Shanghai Vincenzo De Luca -. Nicotra era diventato un punto di riferimento per la comunità  italiana, offrendo la sua grande professionalità  per una serie di eventi”. In Cina Nicotra aveva realizzato la regia per lo spettacolo inaugurale dell’ex padiglione italiano all’Expo di Shanghai e organizzato l’esibizione che Roberto Bolle avrà  il prossimo settembre, sempre a Shanghai ma aveva ancora diversi progetti in corso, anche con la televisione cinese. (ANSA).