Editoria

13 giugno 2013 | 9:22

EDITORIA: ADDIO ALLA BROCKHAUS, L’ENCICLOPEDIA TEDESCA

DOPO 203 ANNI SCONFITTA DA WIKIPEDIA, NESSUNA LA COMPRA PIU’

(ANSA) – BERLINO, 12 GIU – E’ un pezzo classico delle librerie delle famiglie tedesche: l’enciclopedia in Germania era, praticamente per tutti, la ‘Brockhaus’. Oggi però nessuno la compra più, e i suoi nuovi proprietari la lasceranno ‘morire’. Sconfitta dal Wikipedia, la casa editrice Bertelsmann, che l’aveva rilevata nel 2009, ha annunciato la fine di un prodotto di enorme successo, dopo 203 anni. La ventunesima edizione, comparsa in 30 tomi, nell’anno 2006, al prezzo di 2.820 euro, sarà  anche l’ultima. E il futuro del marchio è incerto. Non una notizia da poco: domani la Sueddeutsche Zeitung le dedica il taglio centrale di prima pagina. Si tratta di una perdita grave, nella storia dell’editoria e della cultura tedesca, e colpisce 600 dipendenti. L’enciclopedia – la prima risale al 1810 dal fondatore del marchio Friedrich Arnold Brockhaus – continuerà  ad essere pubblicata e aggiornata su internet per i prossimi sei anni, fino al 2020. Del resto mentre gli acquirenti diminuivano vistosamente, è ormai diffusissimo l’uso di Wikipedia. Per leggere i contenuti attuali dell’enciclopedia che domina il web, scrive Bild per fare un paragone, occorrerebbero sette anni. Sempre che il lettore fosse in grado di leggere 600 parole al minuto, 16 opere al giorno, e 18 milioni di parole al mese. La Brockhaus non serve più. (ANSA)