Cinema: Napolitano, e’ crisi ma carte in regola per fiducia nel futuro

(ASCA) – Roma, 14 giu – ”Viviamo tempi molto difficili, lo sapete tutti meglio di me, li vive anche il cinema, li vive ciascuno di voi per il suo lavoro nel cinema, pero’ e’ molto importante che, nonostante queste difficolta’, voi vi presentiate con il bilancio con cui si e’ chiuso il 2012 e con questa ricchezza di energie, di risorse, di talenti, in una fusione tra le generazioni che sempre mi colpisce”. Lo afferma il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel corso della presentazione al Quirinale dei candidati ai premi David di Donatello. Napolitano ricorda inoltre come sia importante che ”ci sia soprattutto nelle istituzioni piena consapevolezza di quel che il cinema italiano rappresenta per l’Italia e per il mondo”, sottolineandone il ”ruolo storico e la sua funzione nazionale e sociale”. ”Abbiamo le carte in regola – conclude il Capo dello Stato – per guardare al futuro del cinema italiano con fiducia senza sottovalutare i problemi, ma senza mai scoraggiarci e senza mai cadere nella lamentazione. Quindi convinzione, volonta’ e naturalmente passione, ma se non c’e’ passione non c’e’ cinema”. La cerimonia e’ stata aperta dagli interventi del Presidente dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi ”David di Donatello”, Gian Luigi Rondi, di Aisha Cerami che ha letto l’indirizzo di saluto del padre Vincenzo a nome del Cinema Italiano, e del Ministro per i Beni e le Attivita’ Culturali, Massimo Bray.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi