Nel 2012 raccolte 40mila tonnellate di rifiuti elettronici

Roma, 17 giu. (TMNews) – Nel 2012 Remedia ha raccolto complessivamente oltre 40.000 tonnellate di rifiuti tecnologici: 36.825 tonnellate di Raee presso le isole ecologiche assegnate dal Centro di Coordinamento Raee, a cui si aggiungono 2.350 tonnellate di Raee professionali (provenienti da aziende e enti pubblici), oltre 450 tonnellate di pile ed accumulatori portatili e 850 tonnellate di accumulatori industriali e per veicoli. Il tasso di raccolta assicurato globalmente dai produttori associati a Remedia è pari al 33% (rapporto tra tonnellate riciclate e tonnellate di prodotti immessi sul mercato), con risultati particolarmente brillanti per il raggruppamento R3, dove il tasso di raccolta supera abbondantemente il 134%.

Sono 2064 i Punti di Prelievo affidati a Remedia presso i Centri di Raccolta italiani e serviti con un tasso di puntualità  del 98,8%. I tassi di riciclo di Remedia sono sempre tra i migliori a livello europeo: nel 2012 Remedia ha raggiunto una percentuale di recupero del 88,9% con miglioramento nei raggruppamenti R1, R2, R4, R5 e nel riciclo dei Raee Professionali. L’attività  di Remedia ha consentito nel solo 2012, un risparmio equivalente al consumo energetico di una città  di 197.000 abitanti. La riduzione di emissioni nel solo 2012 è pari a quelle di 22.000 autovetture con percorrenza annua di 30.000 chilometri. Le principali frazioni di materiale recuperato: oltre 12.000 tonnellate di ferro, circa 10.000 tonnellate di vetro, 8.500 tonnellate di plastica e ancora 1.200 di rame, 500 di alluminio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti