RCS: PROSPETTO AUMENTO, LETTERA INTENTI SU COLLEZIONABILI

(ANSA) – MILANO, 17 GIU – Rcs ha siglato una lettera di intenti per negoziare la vendita delle attività  nei Collezionabili in capo a Rcs Libri. L’eventuale cessione dovrebbe completarsi nel secondo semestre. E’ quanto si legge nel prospetto informativo sull’aumento di capitale. L’indicazione conferma le indiscrezioni sulla possibile vendita emerse venerdì, quand’era filtrato anche il nome dell’attuale direttore generale dell’area Marcello Honorato Giani come possibile compratore. “Rcs Libri, nel contesto delle attività  di esplorazione di possibili valorizzazioni di asset ritenuti non core, intende cedere il proprio ramo d’azienda dedicato all’attività  di realizzazione, produzione e commercializzazione di opere collezionabili – si legge nel prospetto -. RCS Libri intende così far fronte alle mutevoli condizioni di mercato e focalizzarsi in coerenza con le linee strategiche del gruppo, sui prodotti innovativi digitali e sulle aree dove esprime leadership”. “Alla data del documento di registrazione, Rcs Libri ha ricevuto una manifestazione di interessi in relazione a tale ramo d’azienda, in seguito alla quale è stata sottoscritta una lettera d’intenti volta a sviluppare ulteriormente le negoziazioni, coinvolgendo anche le rappresentanze sindacali. Nel caso in cui le negoziazioni si concludano positivamente, si ritiene, allo stato, che il processo di vendita possa completarsi entro il secondo semestre del corrente anno”.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari