17 giugno 2013 | 16:08

LETTERATURA: A POSITANO KEN FOLLET SUONA PER “MARE SOLE CULTURA”

(AGI) – Positano, 17 giu.- E’ Ken Follet la vera sorpresa dell’edizione 2013 di “Mare Sole e Cultrua” che si svolgera’ a Positano dal 30 giugno al 24 luglio. Lo scrittore si esibira’ come musicista in un concerto con i “Damn Right I got the blues” inaugurando la rassegna letteraria di quest’anno, ispirata alla piu’ recente produzione editoriale.”Mare Sole e Cultrua”, presieduta da Aldo Grasso, alza il sipario sulla sua XXI edizione con una riflessione sulla mutevolezza dei linguaggi, e su come la scelta di rompere gli schemi, piuttosto che seguire regole oggettive, abbia rappresentato la prima tappa di un viaggio destinato a stravolgere la concezione della piu’ tagliente arma del nostro secolo, e non solo: la parola.
Positano “Mare, Sole e Cultura”, fiore all’occhiello del Meridione d’Italia, inclusa tra le sessantasei “Citta’ del libro” che si sono incontrate a Torino lo scorso aprile, salpa dall’accogliente porto della Costiera Amalfitana che le ha dato i natali e si avventura ne “Il mare aperto della parola” per dare voce ai personaggi del panorama culturale nazionale ed internazionale. Domenica 30 giugno dunque, alle ore 21,00, sulla Marina Grande, il romanziere di fama internazionale, Ken Follett, autore de “L’inverno del mondo”, svelera’ ai suoi lettori un lato inedito della propria personalita’ salendo sul palco di Positano per dare vita ad un concerto live con i “Damn Right I Got The Blues”, la sua band rock-blues. Alla serata interverra’ Riccardo Cavallero, Direttore Generale Libri Trade del Gruppo Mondadori.
Il mare aperto della parola sara’ anche il tema del seminario di studi, condotto dal filosofo Giulio Giorello, che si terra’ domenica 30 giugno alle ore 11,30 presso la sala Consiliare “Salvatore Attanasio” del Comune di Positano, nell’ambito del Premio Internazionale di giornalismo Civile, presieduto da Giovani Russo, conferito dall’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, e quest’anno assegnato a Bianca Berlinguer. Nel corso della premiazione sara’ conferito un particolare riconoscimento all’inserto del Corriere della Sera, “La Lettura”, diretto da Antonio Troiano. Venerdi’ 5 luglio, alle ore 21 a Marina Grande, la rassegna proseguira’ con una serata dedicata al cinema d’Autore. A ripercorrere i tasselli che hanno composto e compongono la memoria collettiva d’Italia saranno Francesco Rosi e Giuseppe Tornatore, autori di “Io lo chiamo cinematografo” (Mondadori) e Lina Wertmuller, autrice di “Tutto a posto e niente in ordine” (Mondadori), che insieme al giornalista e scrittore, Raffaele La Capria, analizzeranno le piu’ importanti stagioni del nostro Paese attraverso il racconto della vita e dei segreti del mestiere di alcuni dei simboli dell’Italia di ieri e di oggi. Un viaggio che continuera’ sabato 6 luglio (Marina Grande,ore 21,00) per gentile concessione del Centro Sperimentale di Cinematografia- Cineteca Nazionale, con la proiezione del film “Leoni al sole”, la fortunata pellicola scritta, diretta e interpretata da Vittorio Caprioli nel 1961, ambientata a Positano, in ricordo di Pelos La Capria, gentiluomo napoletano, fratello di Raffaele La Capria, che ha dato vita alle leggende che hanno ispirato il film. Alla serata interverranno Philippe Leroy e Franca Valeri.
Saranno tre ricercate e originali interpreti della contemporaneita’ a dare voce alle parole dell’universo femminile. Martedi’ 9 luglio (Fly Bar -Music on the Rocks -ore 21,00). Maria Pia Ammirati, autrice de “La danza del mondo” (Mondadori), Giovanna Bandini, autrice di “Serial lover” (Mondadori), insieme al direttore settimanale Grazia, Silvia Grilli, e all’editor Mondadori Giulia Ichino, approfondiranno le dinamiche emotive che possono indurre un individuo a stravolgere il corso della propria vita. Mercoledi’ 17 Luglio (Terrazza Le Agavi, ore 21.00) Titti Marrone, autrice de “Il tessitore di vite” (Mondadori) e Antonio Monda, autore de “Il paradiso dei lettori innamorati” (Mondadori), delineeranno i contorni di una serata incentrata sui legami e sul valore intimo di quelle esperienze, che attraverso diverse forme di linguaggio riescono a dar vita e senso ad un mondo poetico ed emozionante. Giovedi’ 18 Luglio (Terrazza Marincanto,ore 21.00) Gianluca Mech, autore di “Dimagrisci con la Tisanoreica” (Mondadori) spieghera’ i fondamenti scientifici del metodo Tisanoreica, un regime alimentare disintossicante, del fisico e dello spirito. Ad accompagnarlo in questo percorso alla ricerca dell’armonia esteriore ed interiore, lo scritto e filosofo Luciano De Crescenzo, autore del volume “Garibaldi era comunista” (Mondadori) e lo scrittore noir Andrea G. Pinketts, autore di “Depilando Pilar”. Venerdi’ 19 luglio (Palazzo Murat,ore 21,00) Clemente Mimun, autore di “Ho visto cose?” (Mondadori), insieme a Vittorio Feltri, Carlo Rossella e Gennaro Sangiuliano, attraverso aneddoti a volte seri, altre divertenti e appassionati, ripercorreranno i cambiamenti che hanno caratterizzato la Prima e la Seconda Repubblica, analizzando i meccanismi del cosiddetto servizio pubblico, la Rai, e della tv commerciale. A chiudere la rassegna mercoledi’ 24 luglio (Covo dei Saraceni,ore 21,00) il saggista, giornalista, sceneggiatore Valerio Massimo Manfredi, autore di “Il mio nome e’ Nessuno. Il Giuramento” (Mondadori), con una serata dedicata ad Ulisse, Odysseo, Nessuno: l’uomo dal multiforme ingegno, il mito che solca i mari, l’eroe piu’ formidabile e moderno di tutti i tempi. In anteprima, l’Autore presentera’ anche “Il mio nome e’ Nessuno. Il Ritorno” (Mondadori), il suo prossimo libro la cui uscita e’ prevista a Settembre 2013.