Rcs: il filo che collega al riassetto Murdoch

MILANO (MF-DJ)–Gli osservatori di Rcs, concentrati sull’aumento di capitale in partenza dall’inizio di questa settimana, farebbero bene a non perdere d’occhio gli sviluppi di un altro riassetto editoriale in corso: quello dell’impero di Rupert Murdoch. Il 28 giugno, scrive Italia Oggi, l’operazione Rcs sara’ ancora quasi agli inizi (terminera’ il solo periodo di negoziazione dei diritti d’opzione sulla nuova emissione azionaria da 421 milioni). Quel giorno invece NewsCorp completera’ lo “split” fra le attivita’ media (che manterranno il marchio storico) e quelle legate a tv e showbiz, che assumeranno invece un logo nuovo ma ambiziosissimo: 21st Century Fox. Se d’altronde in via Solferino e dintorni il patto di sindacato, il cda, il top management, le banche, le stesse redazioni sono impegnati da mesi in summit estenuanti, al board NewsCorp sono bastati 20 minuti per dare definitivamente luce verde allo spin-off del Wall Street Journal e dell’intera editoria giornalistica e libraria. (Il gruppo News Corp. e’ la societa’ proprietaria di Dow Jones & Co., che insieme a Class E. controlla questa agenzia)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Casalino minaccia epurazioni in messaggio audio ai giornalisti (che lo pubblicano). Fico: assurdo svelare le fonti

È la stampa bellezza! Un un gruppo di ex giornalisti del Messaggero critici con Caltagirone raccontano il ‘loro’ quotidiano

Rai, ok del Cda a Foa presidente. La nomina ora passa dalla Vigilanza