Sony: Third Point aumenta partecipazione al 6,9%

MILANO (MF-DJ)–Third Point, hedge fund dell’investitore attivista Daniel Loeb, ha aumentato la partecipazione detenuta nel capitale di Sony al 6,9%. L’aumento, che rafforza la proposta dell’hedge fund di varare uno scorporo delle attivita’ di entertainment della societa’ nipponica con contestuale lancio di un’offerta pubblica iniziale, e’ stata rivelata in una lettera di Loeb inviata all’amministratore delegato Kazuo Hirai. Loeb ha ribadito le tesi alla base della proposta di scorporo e successiva quota del 15%/20% del braccio di entertainment di Sony, che comprende le attivita’ nei settori musicale e cinematografico. Secondo il finanziere lo scorporo libererebbe valore e quindi aumenterebbe la valutazione di mercato del titolo Sony consentendo al contempo al management di concentrare le proprie attenzioni sul rilancio della divisione di elettronica di consumo, alle prese con un difficile piano di turnaround. à¿à¿Nella lettera, Loeb ha rivelato che Third Point ha acquistato recentemente circa cinque milioni di azioni Sony, arrivando a detenerne complessivamente 70 milioni. La partecipazione vale circa 1,4 miliardi di dollari e rende Third Point uno dei maggiori azionisti della societa’ nipponica. Sony ha risposto alla lettera del finanziere a stretto giro di posta. La multinazionale ha sottolineato l’intenzione di condurre un accurato esame della proposta di Loeb, ma ha ribadito ancora una volta che la divisione entertainment non e’ assolutamente in vendita. “Il business dell’entertainment contribuisce contribuisce in modo rilevante alla crescita di Sony e non e’ in la vendita. Siamo ansiosi di continuare il dialogo costruttivo con i nostri azionisti mentre proseguiamo ad attuare la nostra strategia”, ha ribadito la multinazionale nipponica.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo