Non è mai finita

John Elkann

John Elkann (foto: Olycom)

L’assemblea dei soci ha dato il via libera a una ricapitalizzazione che cambierà i rapporti di forza tra i grandi soci di Rcs e le sue strategie editoriali. Ma la strada per il controllo del Corriere è ancora lunga.

Chi credeva che l’assemblea del 30 maggio portasse a un chiarimento sull’assetto azionario di Rcs MediaGroup ha dovuto presto ricredersi. Certo, la riunione è stato l’atto ineludibile per poter dare il via libera all’aumento di capitale che dovrà portare in cassa i 421 milioni di euro indispensabili per far rientrare il capitale sociale nei limiti di legge dopo le perdite registrate nel secondo semestre 2012 (soprattutto a causa delle attività in Spagna), a rimborsare una parte del debito con le banche e a finanziare il piano industriale per rilanciare entro il 2015 Rcs come multimedia company. Ma le prossime settimane prevedono altre puntate importanti di questa sorta di reality che ha come premio finale il controllo del Corriere della Sera.
L’iter della ricapitalizzazione, partito il 17 giugno, si concluderà il 5 luglio, data in cui già si dovrebbero capire con buona approssimazione i nuovi pesi azionari del gruppo editoriale milanese, anche se entro il mese successivo si potrà acquistare in Borsa l’inoptato. Importanti segnali, però, potrebbero arrivare già entro il 28 giugno, giorno entro il quale anche chi non è azionista di Rcs potrà comprare i diritti.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 440 – Giugno/Luglio 2013

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mondadori Libri va sui mercati internazionali con il nuovo marchio Rizzoli Electa

PRINCIPALI NOTIZIE E INTERVISTE NEL NUMERO 487 – OTTOBRE 2017

PRINCIPALI SERVIZI E INTERVISTE NEL NUMERO 486 – SETTEMBRE 2017