Per Paperissima Sprint quasi 3,8 milioni di spettatori

Ieri, mercoledi’ 26 giugno 2013, da segnalare in particolare: su Canale 5, il Tg5 delle 13.00 e’ al vertice dell’informazione con 3.094.000 telespettatori (19.48% di share sul target commerciale); L’edizione delle ore 20.00 e’ leader sul target commerciale con una share del 20.12% (3.394.000 telespettatori totali); ”Paperissima Sprint” raccoglie 3.736.000 telespettatori totali pari a una share del 17.04% sul target 15-64 anni; a seguire il film ”Perche’ lo dice mamma” totalizza 2.568.000 telespettatori totali (11.74% di share sul target commerciale); in day-time, prosegue il successo della soap ”Il Segreto”: 2.677.000 telespettatori totali, share del 21.37% sul pubblico attivo; bene ”Pomeriggio Cinque” che ottiene i seguenti ascolti: prima parte share del 19.56% sul target commerciale (1.603.000 telespettatori totali) e, nella seconda parte share del 14.71% sul target commerciale (1.299.000 telespettatori totali); su Italia 1, l’edizione di Studio Aperto delle 12.25 realizza 2.382.000 telespettatori totali con il 23.64% di share sul pubblico attivo; l’edizione delle 18.30 segna una share dell’ 11.47% sul target commerciale (942.000 telespettatori totali). In prima serata, il film ”Chiedimi se sono felice” raggiunge 1.752.000 telespettatori totali.( 8.48% di share sul target commerciale). Su Retequattro, il Tg4 delle 18.55 realizza 853.000 telespettatori (share del 6.26%); in access prime time, ”Quinta Colonna, Il Quotidiano”, con 1.360.000 telespettatori totali risulta ilprogramma di informazione piu’ seguito della sua fascia. Canali tematici Mediaset: Iris e’ la rete tematica free piu’ vista in prima serata: il film di fantascienza ”Atmosfera zero” con Sean Connery ha totalizzato 341.000 telespettatori totali (1.43% di share sul pubblico attivo). 27 giu. (Asca)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi