Editoria, Televisione

01 luglio 2013 | 16:45

L’editore di LA Times e Chicago Tribune acquista 19 stazioni tv per 2,7 miliardi di dollari

Tribune Company ha raggiunto un accordo volto all’acquisto di 19 stazioni televisive per un totale di 2,7 miliardi di dollari. Il gruppo media che controlla i quotidiani Los Angeles Times e Chicago Tribune diventa così uno dei principali operatori di emittenti locali commerciali.

Le stazioni tv – comprate tutte da Local tv Holdings, controllata dalla società di investimento Oak Hill Capital Partners – sono attive in 16 regioni incluse Denver, Cleveland e St.Louis e si collocano al primo o secondo posto nei loro mercati di riferimento. Vanno ad aggiungersi alle 23 stazioni tv già parte del gruppo e al canale via cavo WGN America.

La mossa di Tribune è l’ultima in una serie di operazioni simbolo del consolidamento del settore. Meno di un mese fa Gannet Company ha deciso di comprare Belo Corporation (e i suoi 20 canali tv) per 1,5 miliardi di dollari, raddoppiando le proprie stazioni tv.
Sinclair, uno dei gruppi che controlla una buona fetta delle emittenti del Paese, ha trascorso l’ultimo anno e mezzo acquistando piccole società televisice, per cui ha speso circa 2 miliardi di dollari. E la ricerca di nuovi target non sembra finita.

L’intesa siglata oggi da Tribune batte tutte le altre e arriva mentre il gruppo stesso pensa a uno spin-off delle attività editoriali.