Lavazza ancora protagonista a Wimbledon

Wimbledon, il più prestigioso torneo di tennis, ha appena chiuso i battenti  incoronando lo scozzese Andy Murray, numero 2 del mondo e del tabellone, come vincitore del torneo di singolare maschile.  Una gioia enorme per i sudditi della Regina che hanno salutato anche la vittoria di Marion Bartoli  nel singolare femminile.  Per gli italiani grande soddisfazione si è avuta grazie a  Gianluigi Quinzi, vincitore del torneo juniores. Insomma l’edizione 2013 ha dato agli appassionati del tennis grandi emozioni.

Sul fronte della comunicazione, a pochi giorni dall’annuncio del rinnovo della partnership con Wimbledon, che ne ha fatto per altri tre anni il caffè ufficiale del torneo, Lavazza è scesa nuovamente in campo con Input Group per diffondere il gusto e lo stile italiano tra gli appassionati di tennis.

Lavazza a Wimbledon

Lo dice un comunicato stampa secondo cui durante la manifestazione sportiva conclusasi domenica 7 luglio, le caffetterie del club Baseline e Aorangi si sono trasformate, sulla base di un progetto scenografico a firma Input Group, in aree dove degustare la vasta gamma di ricette Lavazza. Ma l’aroma di caffè Lavazza non si è respirato solo nelle caffetterie: forte del successo degli anni scorsi, all’esterno del club è stata la famosa queue di appassionati, disposti a ore di coda per assicurarsi i biglietti dei match, a essere interessata dalle attività di sampling ed engagement. Per animare l’attesa, espresso, filter coffee e cappuccino per tutti, distribuito da un team di promoter e baristi, un’area Lavazza Lounge allestita negli spazi del Wimbledon Golf Club dove concedersi qualche momento di relax, e la presenza speciale di personalità legate al mondo del tennis, come Tony Nadal e Judy Murray con cui farsi ritrarre sorseggiando insieme un caffè.
Il progetto scenografico elaborato da Input Group per le caffetterie e la lounge esterna si è integrato con le immagini della campagna adv firmata da Neri Wolff dal concept “Lavazza, The New Tradition”: pianificata nel periodo del torneo nella metropolitana di Londra e nei principali luoghi di passaggio in prossimità di Wimbledon, ha ritratto arbitri e honorary stewards del torneo nell’atto di gustare un espresso in un momento di pausa tutta italiana.

 

Lavazza a Wimbledon

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Nasce l’edizione italiana di Inspiring Fifty che premia le donne leader nell’innovazione

Cairo lancia il settimanale ‘Enigmistica Mia’. Sono 16 le testate dell’editore

Agol, quarta edizione del Premio Giovani comunicatori