Mercato

10 luglio 2013 | 13:05

Aida Partners Ogilvy pr entra in Liuc

L’agenzia Aida Partners Ogilvy pr entra a far parte del comitato di orientamento di ‘Made in Italy: Entepreneurship and Management’, il nuovo percorso della laurea magistrale in economia aziendale e management, tenuto in lingua inglese della Liuc – Università Cattaneo.

Come si legge nel comunicato il nuovo ruolo di Aida Partners Ogilvy pr, già socio sostenitore di Symbola – Fondazione per le qualità italiane, ha radici profonde: l’agenzia, infatti, ha sviluppato negli anni una profonda conoscenza del mondo del Made in Italy e delle sue modalità di comunicazione più efficaci, tanto da farne uno dei suoi asset fondamentali.

In questa partnership, l’agenzia metterà a disposizione del Comitato le proprie competenze in termini di comunicazione, affiancando imprese e associazioni di primo piano della nostra filiera (Anci, Anima, Caffarel Spa, Centromarca, Ermeneia Studi & Strategie di Sistema, Federmanagement, Fondazione Edison, Fondazione Gianfranco Ferrè, SMI – Sistema Moda Italia e Federchimica). Aida Partners Ogilvy pr si prenderà carico, inoltre, delle attività di media relations per il percorso di studi, offerta unica nel panorama accademico italiano.

“Made in Italy: entrepreneurship and management” incarna le due anime della Liuc: l’orientamento all’inserimento nel mondo del lavoro, attraverso un costante e continuo rapporto con le aziende e l’internazionalizzazione dei corsi, garantita dalle lezioni in lingua inglese.

“Sono le aziende a chiederci specifiche competenze nella gestione delle Imprese del Made in Italy”, afferma il prof. Rodolfo Helg, direttore della Scuola di Economia e Management. “Per rispondere a questa necessità sono molte le imprese che hanno deciso di sostenere tramite partnership questo percorso di studi per contribuire all’alta formazione di una nuova classe dirigente specializzata e assicurarsi così un rapporto privilegiato con questi giovani talenti”.

“Continuiamo a dire che il Made in Italy è il futuro dell’Italia e va difeso a tutti i costi.” Dice Alessandro Paciello, presidente di Aida Partners Ogivly pr. “Pochi capiscono che difendere il Made in Italy vuol dire soprattutto investire sulla formazione, per fornire alle aziende manager adatti ad affrontare le sfide dell’era moderna, export in primis. Nella nostra esperienza, abbiamo capito che un manager del Made in Italy deve avere qualità peculiari che sappiano valorizzare la filiera produttiva del nostro Paese: è per questo che abbiamo deciso di aderire a questo progetto di Liuc, per dare il nostro contributo e segnare la rotta, sperando che ci seguano in tanti.”