Mercato

12 luglio 2013 | 17:30

I saldi migliori si trovano sul web. Lo dice una ricerca di SaldiPrivati

Risparmio e convenienza restano le parole d’ordine di questi ultimi saldi estivi, e poco importa se l’affare migliore si concluda in uno store fisico o in un e-shop: quando il negozio è serio e affidabile, e l’offerta davvero imbattibile, le differenze fra reale e virtuale si fanno meno forti.

E’ questo quanto dichiara l’85% degli intervistati in un recente sondaggio effettuato da SaldiPrivati, club di vendite private della web company Banzai e tra i leader delle vendite on-line, con oltre 2 milioni di iscritti. E in particolare, alla domanda: dove ritieni che si possano fare affari migliori? il 45% è d’accordo nel dire che si concludono nei negozi online.

La nota stampa di SaldiPrivati comunica anche che “Internet è tra i canali preferiti non solo per lo shopping, ma anche per informarsi sulle offerte, prima dopo e durante i saldi: e ce lo la conferma oltre il 75% degli utenti intervistati – ha dichiarato Bruno Decker, Amministratore Delegato di SaldiPrivati. Interessante è anche sottolineare che un italiano su 5 dichiara di utilizzare il proprio smartphone per confrontare prezzi e prodotti.”

A dimostrare ulteriormente che il risparmio è il principio che guida questi saldi estivi, il 54% degli intervistati ha dichiarato di aver valutato molto positivamente le vendite ribassate partite a metà giugno. Il budget destinato ai saldi estivi sarà in linea con quello del 2012: il 58% degli intervistati esprime un’intenzione di spesa compresa fra 150 € e 200€, se trova occasioni imperdibili.  Cosa si acquisterà durante questi saldi estivi? Prevalentemente abbigliamento e scarpe per sè e per il partner (87%), ma anche abiti, scarpe e accessori per i bambini (74%). Solo il 29% dichiara che quasi sicuramente non farà shopping. Ma i saldi non rappresentano solo un’irrinunciabile occasione per rinnovare il guardaroba stagionale: un interessante 79% ne approfitterà per fare acquisti destinati a occasioni future, dalle festività ai compleanni.

I saldi come ottimi momenti di risparmio e convenienza, quindi; ma non manca qualche criticità. La difficoltà più sentita durante i saldi è la mancanza di taglie e colori desiderati (lo pensa il 35% degli intervistati, contro il 25% dello scorso anno), la sensazione che i prezzi siano a volte ‘gonfiati’ prima di essere saldati (lo crede il 25%, contro il 22% dello scorso anno) e la merce riciclata da vecchie collezioni: dubbio che però nel 2012 era al primo posto, mentre quest’anno lo teme solo il 22% degli intervistati.