Per i social media sempre meno investimenti

(ANSA) Il mondo dei social media attira sempre meno investimenti, con la percentuale sul totale dei soldi investiti nel settore Internet che risulta stabile sotto il 2% in tre degli ultimi quattro trimestri. Investimenti che in passato hanno toccato punte anche del 21%. Lo afferma Businessweek, citando dati dell’azienda di ricerche CB Insights. Anche se il picco è stato toccato nell’ormai lontano terzo trimestre 2011 nei due anni terminati a metà del 2012 la percentuale era rimasta sopra il 6%. Secondo gli esperti le cifre potrebbero testimoniare uno ‘sgonfiamento graduale’, più che un’esplosione, di quella che era una bolla simile a quella dei primi tempi di Internet. “Siamo sicuramente in una bolla – spiega Matthew Cowan, cofondatore dell’azienda di investimenti Bridgescale Partners – guidata da social media e servizi al consumatore”. Le cifre mostrano che i fondi non stanno diminuendo, ma stanno trovando altre destinazioni. Secondo Cb Insights, infatti, nell’ultimo trimestre sono stati investiti 3.6 miliardi di dollari nelle compagnie legate a Internet, più o meno la stessa cifra del ‘picco’ del 2011. Le aziende che attirano di più ora sarebbero quelle legate alla gestione delle grandi masse di dati, i Big Data, e al cloud computing. (ANSA, 17 luglio 2013).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Accordo alla Mondadori: taglio agli stipendi per non vendere TuStyle e Confidenze

Crimi: la professione giornalistica va tutelata, presto alcune novità

Istruttoria Agcom su Audiweb 2.0. Fari puntati sulla privacy