Documenti, Editoria, Editoria, Notizie di agenzia

19 luglio 2013 | 11:03

‘Taci o Sparo!’, il dossier sui giornalisti minacciati e le proposte della Commissione Antimafia

Fonte: Ossigeno per l'Informazione

(ANSA) Sono duecento le intimidazioni nei confronti di giornalisti, fotoreporter, video-reporter, blogger che sono state accertate in Italia nel primo semestre del 2013. Aggressioni, danneggiamenti, ritorsioni, richieste di danni ingiustificate sono all’ordine del giorno e limitano il diritto dei cittadini di conoscere fatti di rilevante interesse pubblico e fanno dell’Italia, secondo il rapporto 2012 di Freedom House, l’unico paese dell’Europa Occidentale oltre alle Turchia in cui la stampa è solo parzialmente libera.

Un dossier sull’argomento è stato consegnato ieri al Quirinale, durante la Cerimonia del Ventaglio, al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano da Ossigeno per l’Informazione, l’osservatorio sui giornalisti minacciati promosso da Fnsi e Ordine dei Giornalisti impegnato a documentare i singoli episodi, a segnalare leggi inadeguate, a promuovere l’attenzione pubblica e la solidarietà nei confronti dei minacciati.

Il dossier, dal titolo ‘Taci o Sparo! L’anti-informazione sulla mafia. Il mondo dei giornalisti minacciati ed isolati e le proposte della Commissione Antimafia’, realizzato in formato ebook, è scaricabile gratuitamente dal sito www.ossigenoinformazione.it. Contiene saggi di Lirio Abbate, Angelo Agostini, Alberto Spampinato, Pio Lamberto Stampa, Giovanni Tizian. Offre inoltre il testo integrale delle venti audizioni di giornalisti e dirigenti della loro categoria svolte nel 2012 dalla Commissione Parlamentare Antimafia nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle minacce ai giornalisti in Calabria, Campania e Sicilia.

Alberto Spampinato, direttore di Ossigeno, e Giuseppe Mennella, segretario di Ossigeno, hanno sottolineato con soddisfazione il fatto che finalmente il Parlamento, grazie all’iniziativa della Commissione Antimafia, abbia potuto constatare che i cronisti impegnati a seguire l’informazione sulla mafia godono di una protezione debole, insufficiente. Spampinato e Mennella hanno auspicato che l’indagine conoscitiva possa proseguire nell’attuale legislatura e hanno sollecitato il Parlamento ad accogliere le richieste formulate dall’Antimafia nella Relazione Finale: affrontare con urgenza il problema varando misure in grado di ridurre drasticamente le minacce impunite; frenare l’uso intimidatorio delle querele; verificare l’effettivo assetto proprietario delle testate giornalistiche nelle regioni del Mezzogiorno. (ANSA, 18 luglio 2013)

‘Taci o Sparo!’: clicca per scaricare il dossier integrale in formato .pdf
(A cura di: Dario Barà, Matteo Finco, Lorenzo Di Pietro, Alberto Spampinato
Con la collaborazione di: Angelo Agostini, Lirio Abbate, Giovanni Tizian, Arnaldo Capezzuto
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale. Non è consentita la riproduzione delle singole parti per formare opere derivate. E’ possibile la riproduzione integrale a titolo gratuito per usi non commerciali riportando le presenti indicazioni circa l’autore, i curatori e le limitazioni d’uso)

Il Presidente Giorgio Napolitano a colloquio con Giulio Anselmi e Franco Siddi, al termine della cerimonia del ‘Ventaglio’