Notizie di agenzia, TLC

22 luglio 2013 | 9:57

Telecom va avanti sullo scorporo della rete e non cede Brasile

Fonte: Mf-Dj

(MF-DJ) Il Cda che si e’ riunito lo scorso 15 luglio ha deliberato che, “prima di procedere a ulteriori fasi implementative” dell’operazione di separazione della rete, “sia verificata la coerenza dei contenuti e del percorso regolatorio con le assunzioni alla base del progetto”. Un atteggiamento che era stato sintetizzato con una parola: congelamento. A distanza di qualche giorno, pero’, quel gelo improvviso e inaspettato sembra gia’ in fase di scioglimento. 

Anzi, scrive Milano Finanza, per certi versi tutto procede come se, al di la’ delle “verifiche” sulla “coerenza dei contenuti”, la strada della societarizzazione dell’asset infrastrutturale fosse quella maestra da intraprendere.

La vulgata, tra operatori del mercato, concorrenti e analisti finanziari, e’ che Telecom Italia oggi sia un po’ incartata. Tanto che e’ stata rispolverata da alcune banche d’affari un evergreen, ovvero la possibile cessione di Tim Brasile. Eppure, secondo quanto risulta l’attuale management al momento non ha alcuna intenzione di privarsi dei suoi asset sudamericani, che si parli di Brasile o Argentina. Se questo e’ vero, si torna alla rete e alle chanche di Telecom di portare a termine una trattativa vantaggiosa con l’Agcom. Quando si parla di scorporo la palla torna sempre all’authority, il cui ruolo e’ fondamentale e lo sara’ sempre di piu’, se davvero le sorti future di Telecom dipenderanno dal progetto di separazione.

La sensazione e’ che all’interno della societa’ telefonica siano convinti di avere ancora carte da giocare e confidano nell’arrivo della cavalleria, che potrebbe essere rappresentata dall’Unione Europea. Se e’ vero, come qualcuno sostiene, che Bruxelles ha tutto l’interesse a non incentivare forti ribassi sulle tariffe di unbundling, per non creare precedenti pericolosi a livello europeo, e’ possibile che sulle tariffe per l’accesso relative al 2013 si finisca per trovare un compromesso. (22 luglio 2013, Mf-Dj)