Mauri va veloce

L’amministratore delegato della Mondadori ha snellito le strutture centrali dell’azienda, punto nevralgico del piano di risparmi da realizzare entro il 2015, e accelera su rinnovamento tecnologico e digitale.

Nel giro di neppure due mesi Ernesto Mauri ha portato a termine la riorganizzazione delle tre strutture centrali dell’azienda, punto nevralgico di quel piano di riduzione dei costi approvato dal Cda lo scorso 14 maggio che quantifica in 100 milioni i risparmi entro il 2015, tre quarti dei quali dovranno derivare proprio dallo snellimento di queste strutture, il cui funzionamento è stato analizzato dalla società di consulenza Solving Efeso per fornire all’amministratore delegato della Mondadori gli elementi in base a cui avviare un’organizzazione più efficiente e meno gravosa.
Dopo la comunicazione, riorganizzata con l’uscita dalla Mondadori del direttore centrale Rossella Citterio, passata alla direzione di Expo 2015, ora è la volta della direzione Personale, sistemi informativi e operations di Enrico Selva Coddè.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 441 – Agosto 2013

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’ è in edicola con ‘Prima Comunicazione’. La guida festeggia 30 anni e lancia il progetto W l’Italia

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale

Fatti del mese – Pagina 13 corretta