Prima in edicola, Protagonisti del mese

26 luglio 2013 | 9:54

L’orgoglio dei Tripi

Almaviva è uno dei primi gruppi italiani nel settore dell’Ict e dà lavoro a migliaia di persone, 14mila in Italia e 13mila all’estero, il 92% assunte con contratto a tempo indeterminato. E dopo trent’anni di bassa comunicazione ha deciso di cambiare registro.

Marco Tripi (foto Studio Franceschin)

Marco Tripi (foto Studio Franceschin)

“Almaviva è la società italiana che in dieci anni ha assunto più persone: ben 30mila. Tra il 2009 e il 2012 sono entrati 700 giovani con il Progetto Avanti, la più importante iniziativa di recruitment nel settore dell’Ict nel nostro Paese. Al momento per numero di dipendenti siamo, in una classifica che esclude le banche, il quindicesimo gruppo italiano al mondo e il terzo del Centro Sud”. Marco Tripi, quarantaquattrenne amministratore delegato di Almaviva, snocciola queste cifre guardandoti fisso negli occhi come se volesse condividere la sensazione di stupore del suo interlocutore davanti a numeri così enormi, tanto più in momenti di crisi come quelli che stiamo attraversando. Eppure lui sembra tranquillo, quasi orgoglioso di quel popolo che si trova a gestire, formato in gran parte dal personale che lavora nei numerosi call center di Almaviva Contact, la società del gruppo specializzata nell’outsourcing di servizi di customer relation management, il famoso Crm, per aziende private ed enti pubblici.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 441 – Agosto 2013