Pubblicità 

29 luglio 2013 | 10:25

Mega fusione tra Omnicom e Publicis. Nasce un colosso della pubblicità da 23 miliardi di dollari di fatturato

(MF-DJ) La statunitense Omnicom Group e la francese Publicis, rispettivamente al secondo e terzo posto tra le maggiori societa’ pubblicitarie al mondo, hanno siglato un accordo di fusione alla pari che dara’ vita ad una nuova entita’ da 35,1 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato e quasi 23 miliardi di fatturato. 

La nuova societa’, informa un nota congiunta, prendera’ il nome di Publicis Omnicom Group e verra’ inizialmente guidata dagli amministratori delegati delle due aziende. In una seconda fase, che avra’ inizio dopo 30 mesi dalla definizione dell’accordo, il Ceo di Publicis Maurice Levy assumera’ la carica di presidente non-esecutivo, mentre quello di Omnicom, John Wren, manterra’ il ruolo di amministratore delegato.

Publicis Omnicom sara’ registrata in Olanda ma le sue sedi principali saranno confermate a Parigi e New York. La societa’ verra’ quotata sui listini azionari della capitale francese e della metropoli americana. L’accordo verra’ chiuso tra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo, a patto che ottenga il via libera da parte delle autorita’ antitrust.

L’amministratore delegato di Wpp, Martin Sorrel che dopo la fusione delle due concorrenti passera’ dal primo al secondo posto tra le maggiori societa’ pubblicitarie al mondo con 15,95 miliardi di dollari di fatturato, ha commentato la notizia affermando che “il tempo ci dira’ se le culture delle due aziende si integreranno bene e se i loro clienti e i loro talenti ne trarranno beneficio”. Si tratta, ha aggiunto il top manager, di una “transazione molto coraggiosa, intraprendente e sorprendente”.

Maurice Levy, ceo di Publicis (foto: Olycom)