Diritti tv: Coppi, su Berlusconi sentenza indifendibile

(MF-DJ) “Non c’e’ da meravigliarsi” che il p.g. della Corte di Cassazione “abbia chiesto la riduzione” dell’interdizione dai pubblici uffici di Silvio Berlusconi da 5 a 3 anni “perche’ il calcolo dell’interdizione e’ stato un errore palese dei giudici di Milano. Per il resto rimango ammirato dallo sforzo del sostituto procuratore generale di difendere una sentenza che e’ indifendibile”.

Lo afferma in un’intervista al Messaggero il legale del Cavaliere, Franco Coppi, parlando del terzo grado di giudizio del processo sui diritti tv di Mediaset. “Per noi il reato non c’e’ proprio” aggiunge Coppi, spiegando che “noi puntiamo all’accoglimento totale delle eccezioni. Mi aspetto una sentenza di assoluzione”

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi