Editoria, New media

28 agosto 2013 | 11:34

Hacker siriani vicini ad Assad bloccano il sito del New York Times. Problemi anche per account Twitter

(TMNews)  Pirati informatici vicini al regime di Bashar al Assad hanno annunciato di aver preso di mira i siti internet dei principali media statunitensi, bloccando per circa mezzora il New York Times.

Il cosiddetto “Esercito elettronico siriano” ha comunicato di aver piratato portali appartenenti a Twitter e all’Huffington Post, rendendoli instabili, oltre a bloccare il New York Times.
L’autorevole quotidiano statunitense ha attribuito i problemi informatici “a un attacco esterno “.

Quando gli internauti hanno cercato di collegarsi a www.nytimes.com, l’unico messaggio che appariva era “Hacked by the SEA” (Piratato dal Sea). Anche il portavoce di Twitter Jim Prosser ha confermato che i tecnici del social network stavano “esaminando le voci” di un attacco informatico dal Sea.