Notizie di agenzia, Televisione

04 settembre 2013 | 16:45

Per i dieci anni di Affari tuoi torna Flavio Insinna

Fonte: Ansa

(ANSA) ”Non sono d’accordo quando un conduttore dice ‘questa è casa mia’. Ma un pezzo del mio cuore l’ho lasciato in questo programma. C’è una poesia di Ulisse che dice ‘augurati che il viaggio sia lungo così quando tornerai ad Itaca tu avrai capito qual è il senso del viaggio’. Non era obbligatorio, ma potevo tornare dopo un lunghissimo viaggio. Comunque non sarà una minestra riscaldata”.

Flavio Insinna dopo due anni a Mediaset torna in Rai e al timone di Affari tuoi, il programma di access prime time dell’ammiraglia del servizio pubblico che aveva guidato già dal 2006 al 2008. Il ritorno dell’attore, in sostituzione di Max Giusti, coincide con il decimo anniversario della trasmissione. L’attore e conduttore confessa di aver perso 11 chili e aderisce all’appello del Papa per la pace in Siria e nel resto del mondo: ”Non mi peserà certo digiunare sabato, vado avanti ormai solo a caffè. Battute a parte, ritengo che la pace nel mondo sia una questione fondamentale sulla quale impegnarsi, spero che l’Italia non voglia impicciarsi sulla questione dell’intervento militare in Siria”.

Flavio Insinna (foto Olycom)

Flavio Insinna (foto Olycom)

Dall’8 settembre alle 20.40, dallo storico Teatro Delle Vittorie di Roma, ribattezzato ‘Officina delle Vittorie’, va in onda l’undicesima edizione di Affari tuoi. Insinna accompagnerà, ogni giorno, i 20 concorrenti che rappresentano le regioni italiane, nell’insidioso percorso dei pacchi. Il suo non è un ”ritorno” ma un nuovo arrivo: ”L’Italia, gli italiani, la situazione economica, tutto è cambiato dall’ultimo pacco aperto il 6 giugno 2008. Io stesso sono cresciuto e mi presento ai blocchi di partenza arricchito di esperienze come uomo e come artista. Sei anni fa i concorrenti che vincevano poco andavano via innervositi, oggi c’è chi, per poche migliaia di euro, si toglie la vita. Abbiamo due Papi, un governo strano e non c’è più mio padre. Spero solo di riuscire a dare un po’ di gioia e di speranza alla gente”.

Alla domanda se, quando è andato via, pensava che sarebbe tornato, Insinna replica: ”Ho visto poco il programma per il pezzetto di cuore attaccato a questo tavolo. Dopo un anno, due, confesso, non pensavo che sarei tornato perché solo di mamma amo il piatto riscaldato. Ma questo sarà un lungo nuovo viaggio”. Paolo Bassetti, presidente e amministratore delegato di Endemol Italia, di Insinna dice: ”Per convincerlo a tornare c’è stato un lavoro di gruppo con la Rai: Flavio aveva voglia di farlo, ci siamo molto corteggiati a vicenda. Senza nulla togliere ai conduttori che si sono alternati in questi anni ad Affari tuoi ritengo che un artista del suo calibro sia un valore aggiunto”.

Il direttore di Rai1 Giancarlo Leone ricorda che ”con Affari tuoi si apre ufficialmente la nuova stagione della rete, anche se per noi c’è sempre garanzia. Ritengo Flavio Insinna uno dei pochi artisti a 360 gradi, in grado di fare tutto”. Tante le sorprese di questa nuova edizione tra cui lo studio rinnovato, le musiche dal vivo eseguite al pianoforte da Angelo Nigro, e ancora ‘Pachito’, ‘La Matta’, ‘Mi gioco la Jella’, ma soprattutto un grande cambiamento, ‘La Dottoressa’. Affari tuoi ‘consegna’, per la prima volta nella storia del game show, le chiavi del gioco in mano a una donna misteriosa che non ama apparire, preferisce restare nel retroscena e muovere i fili del gioco. Una figura di spessore, ironica ma anche sentimentale, da scoprire se sarà spietata come il Dottore che, mitico dispensatore di offerte e di trappole, esce dalla scena. ”In un mondo spesso volgare verso le donne – dice Insinna – noi affidiamo il comando ad una donna che per ora preferisce lavorare e non apparire”.

Pachito è il nuovo personaggio animato in 3D e dedicato ai bambini, la cresta alla Balotelli e con il suo skateboard a motore svolazza per lo studio, seminando scie di stelline fortunate. Insinna quindi fa notare che lo studio di Affari tuoi quest’anno è ribattezzato non a caso ‘Officina delle Vittorie’. ”Il termine ha un valore speciale: dietro la saracinesca, che ogni sera si aprirà per far entrare lo spettatore, c’è un gruppo di lavoro. Con tante saracinesche di negozi e fabbriche che si chiudono ci piaceva tirarne su una’. Quindi, conclude, se Affari tuoi andrà male ”sarà colpa mia”. Negli anni ha saputo sfidare ”tutto e tutti, non solo Striscia la notizia. Gli approfondimenti di La7 e Un posto al sole. Sansone nella valle dei giganti piu’ Zorro…”. (ANSA, 4 settembre 2013).