New media

05 settembre 2013 | 15:30

Privacy, anonimato e sicurezza online. Che cosa ne pensano gli utenti internet

Da un documento del PewResearch Center pubblicato il 5 settembre 2013 emerge che l’86% degli internauti ha fatto qualcosa per rimuovere o mascherare la proprie tracce durante la navigazione: contromisure che vanno dalla cifratura delle email alla rimozione dei cookie. Il 55% invece ha preso misure specifiche per evitare la sorveglianza da parte di persone, organizzazioni o governi.

Il sondaggio si basa su un campione rappersentativo di 792 persone e, in parte, spiega le ragioni del desiderio di anonimato.

Al 21% degli utenti intervistati è stato rubato l’account email o di un social network; Al 12% è stato vittima di stalking, all’11% è stata sottratta la carta di credito, al 6% è stato sottratto denaro e il 4% degli intervistati si sono sentiti in pericolo per qualcosa successo online.

Lee Raine, direttore del Pew Research Center’s Internet Project, precisa che: “gli utenti vogliono poter essere anonimi, ma sono consapevoli del fatto che ciò non è possibile. E ne sono preoccupati.

Qui è possibile scaricare il documento: PewResearchCenter AnonymityOnline