Nessuna categoria

06 settembre 2013 | 12:40

Social media writers, tra le figure più richieste dalle aziende

Secondo il sito Affaritaliani.it, il social media writer risulta essere tra la professioni più richieste dalle aziende.

“Tra le TOP100 Fortune Companies- precisa l’articolo- sono 87 quelle ad essere presenti almeno su un social network, on Facebook e soprattutto Twitter a fare da padroni. Sono invece 1 su 2 ad essere presenti su Youtube e Linkedin, e 1 su 3 su Pinterest e Google+”. A certificarlo è Invesp, specializzata in comunicazione online, che rimarca quanto la professione del social media writer sia sempre più crescente e strategica in ottica di reputazione web.
 
Un dato che si conferma anche in Italia. Le ultime statistiche di settore, infatti, parlano di un trend in costante aumento con aziende che richiedono maggiormente professionalità di settore specializzate, in grado di gestire in ottica manageriale le attività di comunicazione sui canali social. Un fronte, quest’ultimo, che ha modificato anche il modo di fare informazione giornalistica.
 
Ormai, nelle varie redazioni sono nate nuove expertise che lavorano sui social sia per attività di rassegna media (vedi l’ “edicola” di Twitter), sia per diffondere il nome della propria testata sui molteplici social corner. Dinanzi a questa forte domanda proveniente dall’universo aziendale è necessaria, logicamente, una didattica in grado di formare un know-how adeguato.
 
Un’esigenza che “Impulsi”, agenzia di comunicazione d’impresa campana, ha colto, dando vita – in Irpinia – al primo corso in “Tecniche e strumenti in comunicazione web 2.0: il ruolo del social media writer”. Giunto alla sua terza edizione, l’insegnamento – che partirà venerdì 27 settembre -  vuole formare risorse incaricate alla gestione dei profili aziendali sui vari social network, fornendo loro sia gli strumenti per un’esatta mappatura delle attuali e più famose piattaforme web 2.0 sia le tecniche funzionali ad un efficace brand engagement.
 
Ulteriore scopo è erudire i discenti nella governance delle metriche più idonee alla social media analysis (tecnica che misura le performance generali ottenute dalle attività del social media writer sulle varie piattaforme social).