Editoria, New media

06 settembre 2013 | 17:48

Apple sotto processo per il cartello sugli ebook. Niene più accordi con 5 editori

(TMNEWS) Lo ha deciso giudice di New York, Cupertino: “Faremo ricorso” Un giudice federale di un tribunale di Manhattan (New York) – che aveva ritenuto Apple “colpevole” di avere tenuto pratiche anticoncorrenziali sui prezzi degli ebook, concordati a tavolino con gli editori a scapito di Amazon – oggi ha emesso un’ingiunzione permanente contro il colosso di Cupertino. La notizia è riportata dal Wall Street Journal.

La mossa vieterà al gruppo californiano di incorrere in altre violazioni dell’antitrust e impedirà ad Apple di siglare altri accordi con cinque editori statunitensi che potrebbero bloccare eventuali sconti o riduzioni sul prezzo di vendita. Non solo. Il giudice della corte di Manhattan, Denise Cote, avrebbe anche ordinato al colosso tecnologico di assumere un supervisore che possa controllare che le azioni intraprese dalla società rispettino l’ordine del tribunale.

Il verdetto del giudice ha la durata di cinque anni, ma alla scadenza potrebbe essere anche rinnovato di un altro anno. Apple ha annunciato che farà appello per bloccare l’ingiunzione, sostenendo di non aver violato alcuna regola. “I consumatori continuano ad avere benefici grazie all’abbassamento dei prezzi degli ebook grazie all’azione del dipartimento per ripristinare la competizione in questo importante settore”, ha detto Bill Baer, assistente del procuratore generale, in una nota. Apple era stata portata in tribunale dal Dipartimento di giustizia americano con l’accusa di aver violato le leggi antitrust.

6 settembre 2013