Notizie di agenzia, Televisione

10 settembre 2013 | 15:31

Al via domani La Gabbia di Paragone: “I politici li metto in piedi, devono soffrire”

Fonte: Ansa

(ANSA) I politici staranno in piedi, per una volta ”senza la sedia”. Sara’ questa una delle caratteristiche de ‘La Gabbia’, il nuovo programma de La 7 in onda, da domani, al mercoledì in prima serata e condotto da Gianluigi Paragone. Dall’esperienza in Rai, con ‘L’ultima parola’, Paragone ha detto di voler mantenere lo spirito di un ”racconto del Palazzo dal punto di vista di chi non si fida”, soprattutto di quello dei cittadini colpiti dalla crisi. I quali, loro e ”non i politici”, stanno nella ”gabbia della burocrazia, delle diseguaglianze sociali, delle tasse”. Ecco perche’, ha spiegato Paragone insieme al direttore di rete Paolo Ruffini in una conferenza stampa nello studio milanese da cui sara’ in onda da domani, ”i politici li metto in piedi, almeno un po’ di sofferenza la devono provare”. ”Per una volta – ha detto il gia’ direttore de La Padania e Libero – gliela tolgo, la sedia, per farli ascoltare e dare risposte alle storie che raccogliamo”. Il format prevede infatti ”un confronto su casi pratici” nel rapporto di cittadini e imprenditori con la burocrazia, pescando soprattutto fra i casi raccontati dalle cronache locali. Per ‘La Gabbia’, durante la quale, tra l’altro, Paragone suonera’ e cantera’ con la sua band, ci sara’ un ritorno dal sapore antico sul piccolo schermo: quello del comico Paolo Hendel nei panni del berlusconiano Carcarlo Pravettoni. Domani sera, Pravettoni leggera’ un suo videomessaggio proprio sul caso Berlusconi. Presenza fissa anche per un altro comico, Saverio Raimondo. ”Gianluigi e’ qui con una squadra molto affiatata, uno dei segreti più importanti per fare qualsiasi cosa, soprattutto la tv”, ha commentato il direttore Ruffini, soddisfatto di un palinsesto che ogni settimana aggiunge uno spazio di approfondimento in più. Il mercoledì sera di Paragone sara’ fra il martedì di Salvo Sottile e il giovedì di Michele Santoro. (ANSA, 10 settembre 2013).

Pierluigi Paragone (foto Olycom)

Pierluigi Paragone (foto Olycom)