12 settembre 2013 | 18:05

La pazienza ripaga la qualità. La serie Breaking Bad sopravvive grazie al video on demand

Breaking Bad e Mad Men sono serie tv dalla qualità elevatissima, ma all’inizio hanno avuto un impatto modesto sugli spettatori. Sono state trasmesse da Amc, un network televisivo tutto sommato piccolo. Dovrebbe puntare tutto sugli ascolti e invece Netflix e gli altri servizi di video on demand ne permettono la sopravvivenza.Lo ha scritto Variety ieri 11 settembre.

Locandina promozionale di Breaking Bad

Quando le serie televisive sono complesse è difficile che il pubblico se ne innamori subito ed è impensabile darne un giudizio televisivo nelle prime cinque puntate. Né concentrare tutti gli sforzi di un network nella promozione di un prodotto. In questo caso il video on demand fa sì che gli spettatori crescano fino ad affezionrsi e a seguirlo fino all’ultima puntata.

Fino alla quarta stagione gli spettatori di Breaking Bad sono aumentati del 50% e continuano a crescere nella stagione finale, in onda in questo periodo. Tutto ciò al netto degli utenti Netflix, che pagano e vedono un programma in modo indipendente dal network.

Questa strategia permette ad Amc di mantenere una programmazione di qualità e, soprattutto, di sopravvivere. È la stessa rete a produrre i suoi show, e quindi detiene i diritti su tutte le piattaforme. “I bei programmi sono un’occasione migliore per entrare in contatto con un network. Le serie durano anni e permettono a uno spettatore di sapere dove trovarti”, conclude Sapan.