Telefonica principale pretendente per acquisire Telecom

(MF-DJ) La strada e’ complessa e in salita ma, scrive Milano Finanza, resta il fatto che oggi e’ il colosso iberico guidato da Cesar Alierta e Julio Linares che deve fare la prima mossa nel complesso riassetto di Telco (la holding che controlla il 22,4% di Telecom, di cui Telefonica e’ prima azionista davanti a Generali, Intesa Sanpaolo e Mediobanca). Prima mossa che potrebbe essere l’acquisto delle quote Telco in mano agli altri pattisti, primo passo per una successiva fusione con Telecom Italia. La partita e’ importante, anche perche’ il rischio per Telefonica e’ che l’avventura italiana finisca per passare da un mezzo fallimento.

I numeri finanziari parlano di una societa’ che a fine 2012 ha registrato ricavi per 62,3 miliardi, un Ebitda di 21,2 miliardi e un utile netto piu’ che dimezzato rispetto al 2010 ma sempre pari a 4,4 miliardi a fronte di oltre 550 milioni di clienti tra fisso e mobile a livello mondiale. Il tallone d’Achille del gruppo iberico e’, come per Telecom Italia, il debito, oggi pari a 49,7 miliardi che salgono a 51,7 se si tiene conto anche degli impegni, con un rapporto sull’ebitda di 2,4 volte. Un fardello che ha spinto le principali agenzie di rating a giudicare il merito di credito del colosso due gradini al di sopra del livello junk, con implicazioni negative.

MF-DJ 16 settembre

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci