New media, Notizie di agenzia

18 settembre 2013 | 10:38

I colossi internet in Cina estendono il loro raggio d’azione

Fonte: Dow Jones

(MF-DJ) Unisciti al migliore o perdi. Questo e’ il messaggio lanciato alle societa’ Internet piu’ piccole della Cina da parte della societa’ di investimento Tencent.

Tencent Holdings, colosso cinese nel settore Internet, con una capitalizzazione di mercato di oltre 100 mld usd, ha annunciato che spendera’ 448 mln usd per l’acquisizione del 36,5% nel motore di ricerca Sogou. Il portale Internet Sohu.com manterra’ una quota di maggioranza nel motore di ricerca, che e’ il terzo piu’ popolare in Cina per traffico di ricerca.

Come negli Stati Uniti, dove alcuni titani dell’industria competono per il dominio nel settore Internet e telefonia mobile,
in Cina il comparto tecnologico e’ in mano a tre potenti societa’. Tencent domina nei giochi online e gestisce il popolarissimo
Qq e i servizi di messaggistica WeChat. Baidu e’ il motore di ricerca piu’ utilizzato. E Alibaba Group, leader nell’e-commerce,
ha creato di recente un’alleanza con il portale Sina, che gestisce anche Weibo, sito simile a Twitter.
I top player sono impegnati in acquisizioni per riempire i loro portafogli. All’inizio di quest’anno, ad esempio, Alibaba
ha investito in un sito di viaggi, mentre Baidu si e’ aggiudicato il controllo di uno store di applicazioni per cellulari.

Il portale di secondo livello Sohu appare invece in controtendenza. Esso Detiene Sogou, che ha registrato il 9% del traffico
di ricerca alla fine del mese scorso, rispetto al 69% di Baidu e al 15% di Qihoo 360, secondo la societa’ di ricerca Cnzz.
Possiede inoltre le attivita’ di gioco online e di video, ma non domina in nessun campo.

Ora Sohu sta cercando di guadagnare punti con Tencent. Il motore di ricerca dovrebbe aumentare il suo traffico grazie alla
visibilita’ di cui gode sui siti di Tencent. E per Tencent, l’accordo gli garantisce guadagni che non e’ riuscito a ottenere
con il suo motore di ricerca. Tencent ha pagato circa 6,5 volte i ricavi di quest’anno per l’acquisto della quota in Sogou,
secondo le stime di Barclays, il che sembra ragionevole rispetto alla valutazione di Baidu pari a 9,8 volte il valore delle
vendite.

Rivolgere l’attenzione ai motori di ricerca cinesi potrebbe rappresentare una sfida maggiore, in quanto gli inserzionisti
tendono a optare per il motore di ricerca dominante. La lotta di Microsoft di imporre Bing come concorrente di Google illustra
il tentativo di sfidare un rivale predominante, commenta l’analista Jin Yoon di Nomura. Sogou ha ottenuto solo il 3,6% dei
ricavi totali dei motori di ricerca in Cina nel secondo trimestre, secondo Analysys International.
Ma l’accordo presenta un rompicapo ancora piu’ grande per Qihoo, che era in trattative per acquisire Sogou. Le azioni di
Baidu sono rimaste invariate lunedi’, ma Qihoo e’ sceso del 5,6%, poiche’ la speranza che l’acquisizione di Sogou possa aiutare
a consolidare la propria posizione di secondo posto nei motori di ricerca e’ andata delusa. Sohu nel frattempo e’ salito
del 7,5%.

Altri player del settore Internet in Cina probabilmente arriveranno alla conclusione che se non puoi battere i maggiori
concorrenti, allora e’ meglio unirsi a loro. (Dow Jones, 17 settembre 2013)