19 settembre 2013 | 12:58

Intesa Sanpaolo, Gros-Pietro parla degli investimenti in Telecom Italia: tuteleremo l’azienda

(MF-DJ) “Noi non riteniamo che il nostro mestiere sia quello di fare i gestori, pero’ abbiamo una posizione importante sia come credito, sia come azionisti. Intendiamo sia tutelare il futuro di Telecom come impresa, sia tutelare il nostro investimento”.

Lo ha affermato Gian Maria Gros-Pietro, presidente del Cdg di Intesa Sanpaolo, a margine di un evento, rispondendo a chi gli chiedeva se le posizioni dei soci italiani di Telco (holding che controlla il 22,4% di Telecom) fossero piu’ vicine sul futuro della societa’ di tlc. La Ca’ de Sass e’ socio di Telco insieme a Generali Ass. e Mediobanca.

Telecom I. “e’ una grande azienda, e’ importante per il Paese. Una soluzione deve essere trovata. Attualmente le discussioni sono in corso”, ha aggiunto Gros-Pietro. In vista del possibile riassetto del gruppo tlc, ha sottolineato che “siamo aperti a qualunque soluzione sia utile al futuro di Telecom nonche’ alla tutela dei nostri interessi”. “Comunque – ha aggiunto – non dimentichiamo mai il rispetto che si deve ad una grande societa’ che svolge un servizio essenziale per il Paese. un grande investitore e rispettiamo quelle che saranno le decisioni prima di tutto della societa’. Poi come azionisti e creditori tuteleremo i nostri interessi”.

In merito ad alcune indiscrezioni secondo le quali Franco Bernabe’ potrebbe dimettersi dalla carica di presidente di Telecom se non si procedesse ad un aumento di capitale da almeno 3 mld euro, Gros-Pietro ha precisato che “si sta entrando in un argomento che riguarda una societa’ quotata e il comportamento dei suoi azionisti, quindi non faccio commenti”.

Inoltre sull’eventualita’ che Intesa Sanpaolo possa mettere nuove risorse finanziarie in Telcom I., il presidente del Cdg ha spiegato che “in Consiglio non ne abbiamo discusso”. Gros- Pietro non si e’ voluto sbilanciare sul tema dello scorporo della rete. “Non vorrei fare nessun commento”, ha detto, “perche’ oltretutto chiama in causa anche altri protagonisti”. Lab

19 settembre 2013