23 settembre 2013 | 10:28

Tim Cook, ceo di Apple, difende le qualità dell’iphone 5c e attacca il sistema operativo Android

 

 Secondo il sito gadgetblog.it Tim Cook, Ceo di Apple, ha rilasciato un’intervista a Bloomberg Businessweek dove difende qualità e prezzo del nuovo Iphone 5c e sottolinea la superiorità del sistema operativo Ios rispetto ad Android.

Ecco l’articolo nei dettagli:

The Verge segnala un’intervista fatta da Bloomberg Businessweek a Tim Cook, Ceo di  Apple ultimamente molto chiacchierato per la scelta (sicuramente condivisa da tutto il suo team) di vendere iPhone 5C a un prezzo elevatissimo: l’ennesima conferma che Apple non ha alcuna intenzione di conquistare fette basse di mercato – neanche medie, a dire il vero -, né con smartphone né con tablet di qualsiasi tipo.

E se pensate che ci sbagliamo di grosso, le seguenti dichiarazioni, quelle del numero uno della Grande Mela, vi smentiranno: Cook ha spiegato al Businesweek che la giustificazione di prezzi così alti sta nella qualità dei prodotti della compagnia, che sono sempre più innovativi rispetto al passato; non è che vada contraddetto, almeno secondo noi: in fin dei conti, è vero che Apple propone cose nuove, ma, fossimo in Cook, guarderemmo in faccia la realtà e ci chiederemmo se davvero il nuovo smartphone i prodotti proposti valgano i prezzi praticati.

Veniamo alle dichiarazioni:

“Non siamo nel business della robaccia – così ha esordito -. Il marketshare di Apple è maggiore di quello di BMW o Mercedes o Porsche nel mercato delle automobili. Che c’è di sbagliato nell’essere BMW o Mercedes?.Quando guardi ad aspetti come la soddisfazione del cliente e l’utilizzo, è lì che si misura la distanza considerevole tra Android e iOS. Si manifesta nello sviluppo – ha poi proseguito, parlando della frammentazione del Robottino Verde – si manifesta alla gente che non può avere accesso a certe app. Si manifesta nei problemi di sicurezza perché non stai muovendo tutta la tua base utenti all’ultima versione, quindi devi tornare indietro a tappare buchi, e la gente non lo fa mai davvero seriamente”.

Non solo un elogio ai propri prodotti, dunque; ma anche un attacco senza giri di parole a Google, al suo sistema operativo e, indirettamente, anche a tutti i produttori che lo sfruttano: non è che questa volta Tim ha un (bel) po’ esagerato?

 

Tim Cook (foto da Cultofmac.com)