Comunicazione, Editoria, Notizie di agenzia

23 settembre 2013 | 12:26

Papa Francesco parla ai media cattolici e chiede più calore

Fonte: AGI

(AGI) Anche nel contesto della comunicazione serve una Chiesa che riesca a portare calore, ad accendere il cuore”. Lo ha affermato Papa Francesco nel discorso rivolto al Pontificio Consiglio per le comunicazioni sociali. “La nostra presenza, le nostre iniziative sanno rispondere a questa esigenza?”, si e’ domandato il Pontefice. “Abbiamo un tesoro prezioso da trasmettere, un tesoro che porta luce e speranza.  Ce n’e’ tanto bisogno! Ma tutto cio’ – ha osservato Papa Bergoglio – esige un’attenta e qualificata formazione, di sacerdoti, di religiosi, di religiose, di laici, anche in questo settore”. Secondo Francesco, “il grande continente digitale non e’ semplicemente tecnologia, ma e’ formato da uomini e donne reali che portano con se’ cio’ che hanno dentro, le proprie speranze, le proprie sofferenze, le proprie ansie, la ricerca del vero, del bello e del buono”. Dunque “c’e’ bisogno di saper indicare e portare Cristo, condividendo queste gioie e speranze, come Maria che ha portato Cristo al cuore dell’uomo; c’e’ bisogno di saper entrare nella nebbia dell’indifferenza senza perdersi; c’e’ bisogno di scendere anche nella notte piu’ buia senza essere invasi dal buio e smarrirsi; di ascoltare le illusioni di tanti, senza lasciarsi sedurre; di accogliere le delusioni, senza cadere nell’amarezza; di toccare la disintegrazione altrui, senza lasciarsi sciogliere e scomporsi nella propria identità. ”Cari amici – ha quindi concluso il Papa parlando ai membri e consultori del dicastero vaticano, molti dei quali sono responsabili di media cattolici nei loro paesi – e’ importante l’attenzione e la presenza della Chiesa nel mondo della comunicazione, per dialogare con l’uomo d’oggi e portarlo all’incontro con Cristo”.

AGI  23 settembre