24 settembre 2013 | 13:02

Shanghai si apre a Facebook e agli altri siti banditi, il resto della Cina deve aspettare

La Cina ha intenzione di aprire Facebook e Twitter. I due social network, sono inaccessibili dal 2009 e anche il New York Times è stato oscurato dall’anno scorso, quando ha pubblicato gli scandali familiari dell’ex premier Wen Jiabao.

La notizia è stata riportata da Reuters e viene dal South China morning post, quotidiano di Shangai. Non ci sono ancora conferme governative, ma secondo l’agenzia, lo sblocco dei siti è previsto per il 29 settembre, ma solo a Shanghai, nella zona di libero scambio voluta da Deng Xiaoping.

Finora nessuno ha commentato la notizia, né sul fronte statunitense né su quello cinese.