Telecom Italia, Catricalà: la rete di telecomunicazioni è strategica per la crescita e lo sviluppo dell’Italia

(TMNEWS) “La rete di  telecomunicazioni  un asset fondamentale per la crescita e lo sviluppo del paese”. Lo ha sottolineato il viceministro allo Sviluppo economico, con delega alle comunicazioni, Antonio Catricalà, in audizione al Senato. “La rete di accesso è di fatto un monopolio naturale che necessita di costose e complesse valorizzazioni. Come tale è oggetto di una particolare attenzione da parte del governo italiano in quanto asset che seppur privato comporta un interesse strategico generale per l’intera collettività”, ha detto Catricalà.

“Avere una rete di telecomunicazioni all’avanguardia è una delle sfide cruciali per il futuro e dell’intero sistema paese”, ha rilevato il viceministro per il quale “la gestione della rete ha anche natura strategica. Per questi motivi l`asset potrebbe anche rientrare tra gli oggetti dei poteri speciali su attività e infrastrutture strategiche previste dalla legge 56/2012. Sul punto il presidente Enrico Letta potrà essere più completo e esaustivo nell`audizione prevista per martedì, anche perché già da tempo si stanno svolgendo gli approfondimenti tecnici necessari a definire gli ambiti entro i quali, conformemente al diritto europeo, si possono legittimamente esercitare i poteri speciali”.

TM NEWS 25 settembre

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci