Televisione

25 settembre 2013 | 16:38

Delibere Agcom per il pluralismo dell’informazione a ‘Che tempo che fa’ e ‘In 1/2 h’

In seguito all’esposto dell’onorevole Brunetta che lamentava la violazione del pluralismo e della par condicio, il 25 luglio 2013 l’Agcom ha pubblicato due delibere per rimettere in riga la politica informativa delle due trasmissioni di Raitre ‘Che tempo che fa’ e ‘In 1/2 h’.

L’Agcom le ha giudicate colpevoli di “squilibri” nel dare spazio alle diverse forze politiche privilegiando il Pd a scapito del Pdl. Squilibri che configurano, come recitano le delibere 476 e 477, “un’alterazione del principio della parità di trattamento tra forze politiche omologhe in contrasto con il consolidato indirizzo interpretativo dell’Autorità in materia, nonchè, più in generale, con i principi di completezza e correttezza dell’informazione, obiettività, equità, lealtà, imparzialità, pluralità dei punti di vista ed equilibrio delle presenze durante il ciclo delle trasmissioni, disposti dalle richiamate previsioni normative e regolamentari applicabili ai programmi di informazione nei periodi non elettorali”.

Inoltre, l’Agcom trasmette alla Rai l’ordine di “assicurare nel ciclo del programma In 1/2 h, a far tempo dalla ripresa del programma dopo la pausa estiva ed entro il termine dei sei mesi, il riequilibrio delle presenze in favore del soggetto politico esponente (Pdl) assicurando la parità di trattamento tra soggetti politici omologhi”.

- Delibera Agcom 476 per In 1/2 h (.pdf)

- Delibera Agcom 477 per Che tempo che fa (.pdf)