TLC

26 settembre 2013 | 12:13

Compenso di buonuscita dalla Nokia oltraggioso, ma Stephen Elop se lo tiene.

(AGI) L’ex amministratore delegato di Nokia, Stephen Elop si rifiuta di restituire parte della maxi-buonuscita da 19 milioni di dollari incassata dopo aver venduto l’azienda finlandese a Microsoft.

Lo rivela il Financial Times, secondo il quale il presidente di Nokia, Risto Silastama ha chiesto a Elop di restituire parte del bonus, dopo che e’ divampata la polemica sul paracadute d’oro ricevuto da Elop. Perfino il premier finlandese, Jyrki Katainen ha definito ‘oltraggioso’ il compenso di Elop, il quale tra l’altro e’ previsto da una clausola discutibile del suo contratto.

Silastama, inizialmente, aveva giustificato il bonus sostenendo che la clausola di un premio in caso di passaggio di controllo dell’azienda era prevista anche nel contratto del suo predecessore, Olli Pekka Kallasvuo, ma in realta’ il predecessore di Elop non ha mai avuto una simile clausola nel suo contratto.

Elop, approdato a Nokia da Microsoft, secondo i suoi detrattori avrebbe svenduto l’azienda finlandese, incassando una ricca mediazione, decidendo poi di tornarsene all’azienda di Cupertino. Di qui la marcia indietro di Silastama, che ha dovuto ammettere di essersi sbagliato sulla clausola contrattuale dei due ex amministratori delegati. Il presidente di Nokia avrebbe quindi chiesto a Elop di restutire parte del premio, ricevendo pero’ in risposta un secco rifiuto.

Secondo il Financial Times, Elop avrebbe motivato il suo no con il fatto che sta divorziando dalla moglie. (Agi, 26 settembre 2013)